Recensione fumetto: “Racconti dal Derryleng”  Bugs Comics

Recensione fumetto: “Racconti dal Derryleng”  Bugs Comics

Ho trovato in edicola un fumetto della Bugs Comics “Racconti dal Derryleng” che poi ho scoperto essere una costola di una delle testata di punta dell’editore ossia: “Samuel Stern”, ma si può tranquillamente leggerlo anche senza conoscere minimamente il fumetto diciamo “pilota”.

 

Iniziamo col dire che la Derry che dà il titolo al fumetto è un tributo alla celeberrima Derry di kinghiana memoria, essendo il fumetto stesso, a mio avviso, scritto sullo spirito dell’unico comics di Stephen King ovvero “Creepshow”, uscito finalmente in Italia nell’ottobre del 2020, edito da Mondadori.

Ma che cosa è Derryleng e perché vale decisamente la pena spendere 5,50 euro per un fumetto da edicola in brossura e in bianco e nero?

I motivi sono davvero tanti e onestamente  5,50 euro sono addirittura pochi per questo volume.

Iniziamo col dire che si tratta di una pubblicazione quadrimestrale che prevede un totale di quattro volumi e il primo, come credo quelli successivi, ha 128 pagine contro le solite 98 bonelliane.

Il primo volume contiene 10 microstorie, alcune decisamente geniali che ti dispiace davvero siano così brevi.

Darryleng inserisce queste microstorie all’interno di un contesto:” Il circolo Le Horla il cenacolo dei racconti delle ombre”, che ha sede nella libreria antiquaria Derryleng, dove il proprietario racconta ai suoi particolari ospiti le storie che noi possiamo leggere.

Nel primo volume troviamo:

Elsie

Ballo di nozze

Burocrazia

Nouvelle cuisine

Denti da latte

Viaggio verso casa

Cena di fidanzamento.

Tenta la fortuna

Natasha.

 

Se dovessi con una pistola puntata alla testa dire quale sia il mio preferito, pur essendo tutti belli, sceglierei “Cena di fidanzamento” perché è assolutamente geniale.

L’opera si avvale del lavoro di diciotto autori

Gianmarco Fumasoli

Riccardo Latina

Giampiero Wallnofer

Alex Crippa

Dario Tallarico

Sergio Badino

Quirino Calderone

Marco Scali

Giorgio Spalletta

Umberto Giampa

Massimiliano Filadoro

Andrea Guglielmino

Riccardo Frezza

Giuseppe Ferrara

Christian Di Clemente

 

Per quanto riguarda il resto abbiamo l’intervento di

 

Massimo Filadoro: curatore

Alessio Maruccia: disegni

Fernando Proietti: Copertina

Paolo Altibrandi: design, logo progetto grafico e lettering

 

“Racconti dal Derryleng” ti porta dentro i vecchi confini con la realtà, nell’ horror intelligente dove lo splatter non serve, perché la storia e la trama e spaventa mettendo addosso quel senso di ansia più di qualsiasi spillone negli occhi, o scene raccapriccianti varie.

Derryleng non delude è un fumetto da leggere e rileggere, che vanta anche un’ottima impaginazione e rilegatura compresa , con una colla che fa il suo dovere e non ti lascia in mano la copertina appena lo apri, come purtroppo ogni tanto accade.

Il prossimo numero esce il 18 novembre 2021 non lasciartelo scappare!

Sandra Pauletto

 

Una risposta a “Recensione fumetto: “Racconti dal Derryleng”  Bugs Comics”

  1. Grazie. Sono contento che ti sia piaciuta ‘Cena di fidanzamento’. Anche io la reputo una delle mie storie più riuscite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.