Recensione – LA CASA DELLE VOCI – Donato Carrisi – Longanesi

Recensione – LA CASA DELLE VOCI – Donato Carrisi – Longanesi editore

 

Donato Carrisi non ha bisogno di presentazioni. La casa delle voci è il suo nuovo romanzo slegato dalle saghe precedenti. Un libro che cattura subito grazie alla abilità stilistica dell’autore e alla trama. È un thriller psicologico quello che esce dalla penna di Donato Carrisi, un romanzo che ruota attorno al mondo dei bambini, al loro modo di viverlo e ai segreti degli adulti.

Il protagonista, sempre se così possiamo chiamarlo, è un ipnotista che lavora con i minori, ma nel romanzo resta coinvolto in un caso in cui è costretto a ipnotizzare un adulto.

Il soggetto di cui deve occuparsi è una donna, una donna strana, che viene da lontano, o almeno così racconta. Ma è davvero lei il fulcro della storia? Lei è la pedina o la giocatrice? e noi in tutto questo che ruolo abbiamo?

Trama scorrevole che ti trascina dentro la storia, aggiungendo di pagina in pagina ingredienti e ingranaggi che permettono di far procedere l’intreccio, mantenendo sempre vivo il fuoco dell’interesse e permettendo al lettore di fare supposizioni che, solo alla fine, saprà essere giuste o sbagliate, come da sempre Donato Carrisi ci ha abituato.

Un paio di supposizioni  le ho azzeccate e questo non fa che rendere il libro ancora più bello e accattivante. Nulla è lasciato al caso, tutto nel romanzo ha basi solide e l’autore non ricorre mai a escamotage poco credibili, a cui spesso, invece,  fanno uso ed abuso i colleghi d’oltre oceano.

Più realtà si intrecciano ne “La casa delle voci” di Donato Carrisi a dimostrare, forse,  che l’essere umano è piccolo rispetto alla mente che possiede e ancora più piccolo è il mondo in cui si vive; ma in fondo “Basta il minimo sapessi quanto è facile trovar quel po’ che occorre per campar…”.

 

Sandra Pauletto

Precedente Italia - Germania - Città del Messico 17 giugno 1970. La partita del secolo Successivo Imago splendida. Mostra Bologna Capolavori di scultura lignea dal Romanico al Duecento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.