La fame di Berto filastrocca di Sandra Pauletto

LA FAME DI BERTO

 

fameIl signorino Berto
Che amava sol mangiare
Rimasto senza cibo
Voleva cucinare.
Ma lui che cucinato
Non ebbe in vita mai
Si disse preoccupato:
“mi metterò nei guai”
Ci pensa su un pochino
E prima di iniziare
Consulta suo cugino
Per farsi consigliare

 

 

 

 

 

 

 

Non devi preoccuparti!fame

Cucino io per te
vai ad accomodarti
E lascia fare a me!
Ma dopo qualche tempo
Rimasto ad aspettare
Inizia lo scontento
Reclama da mangiare!
E’ un’ora che ti aspetto
Ma niente m’hai portato
Lo fai per far dispetto?
Io sono disperato!
Ma ecco che d’Incanto
Dalla cucina arriva
Un piatto grande tanto
E Berto grida Evviva!
E dopo il piatto ancora
Decine di portate
Spaghetti alla pastora
Polpette con patate
E mentre noi leggiamo
Lui mangia e mangerà
Intanto ce ne andiamo
Chissà se finirà…

pranzo1

 Testo di Sandra Pauletto, disegni di Norberto Zarrella per i Gufi narranti

I commenti sono chiusi.