Villa Dunardi ospita misteriose presenze? – Teresa Breviglieri

Tra le tante leggende metropolitane in circolazione, ne esiste una veramente particolare. Riguarda la storia di Villa Dunardi che si trova a Cassibile, paesino in provincia di Siracusa in Sicilia.

La storia, inizia esattamente il 15 gennaio 2010, quando un tal Domenico pubblica per gentile concessione del regista allora esordiente Nicolai  Dohan Bermann, il video “LA CASA DEI DEMONI-VILLA DUNARDI”, nel quale si racconta appunto di Villa Dunardi che pare essere infestata da presenze malevole.

Dopo pochi secondi, nel video viene mostrata una scansione di pessima qualità di un settimanale siracusano, “L’ Arefuseo” datato 25 settembre 1973 nel quale appare uno stralcio di articolo che risulta quasi illeggibile. Vi riporto di seguito la parte leggibile nella quale troverete punti interrogativi ad indicare le parole dubbie.

“ Cassibile (Siracusa). E alla fine è stata la Santa Sede ad intervenire sotto la guida di Padre Ebruzza (?) certo (?) di aver sottovalutato la cosa inizialmente. Villa Dunardi è stata sottoposta a sequestro da parte dello Stato Vaticano che rimane ancora basito dagli sconcertanti avvenimenti degli ultimi 2 anni. Non ci è dato sapere cosa sia accaduto all’interno della Villa Dunardi poiché anche la Polizia di Stato sta indagando sugli accadimenti. La Polizia ha sequestrato il materiale di alcuni… ( termina qui la prima colonna), (prosegue nell’altra colonna)… una busta con dei valori bollati e alcune frattaglie animali. I fatti risalgono all’Agosto 1971 quando i coniugi Scandurra (?) segnalarono alle autorità competenti strani movimenti all’interno della Villa. Enzo Scoppettana (?) cameriere di Dunardi afferma che “La notte il suo letto comincia a dondolare come se venisse spinto da qualcosa. Trovavo sempre le candele accese al piano di sotto. Il sig. Dunardi praticava molte sedute spiritiche, me ne sono andato… (e qui termina la seconda colonna visibile dell’articolo).

Il video continua con una serie di foto della casa.

Partiamo dal fatto che Villa Dunardi esiste veramente ed è ubicata a Cassibile in provincia di Siracusa. Questo è un dato di fatto, forse l’unico reale.

Il CICAP ( Comitato Italiano delle Affermazioni sulle Pseudoscienze,  una organizzazione educativa senza fini di lucro, fondata nel 1989 atta ad indagare sulle Pseudoscienze del paranormale e dei misteri, con l’obiettivo di analizzare fatti ritenuti inspiegabili, in modo assolutamente scientifico), ha analizzato certe dichiarazioni presenti nel filmato.

La prima è questa:

“ È la casa infestata in cui nel 1973 lo Stato Vaticano appose il sigillo contro i demoni”. Per chi non ne fosse a conoscenza, spiegherò che i sigilli sopracitati erano utilizzati per chiudere le missive di qualsiasi genere, fatti generalmente di piombo, anche se in occasioni importanti veniva utilizzato l’oro. I sigilli, rappresentavano in sostanza, la Chiesa di Roma e gli apostoli Pietro e Paolo.

Il nome del Papa che emanava la missiva veniva applicato al documento con cordicelle di canapa nel caso si trattasse di lettere riguardanti fatti inerenti a problemi di giustizia, oppure con cordicelle di seta rossa e gialla, nel caso si trattasse di lettere di grazia e le stesse venivano annodate attraverso piccole aperture nella missiva stessa.

Gli esperti del CICAP hanno chiesto un parere a Don Arcangelo Rigazzi che negli anni ’70 era il parroco di Cassibile. (Attualmente il parroco è don Salvatore Aronone), (non è specificata la data in cui è stata richiesta un’opinione al suddetto parroco).

Riporto qui di seguito la risposta di Don Arcangelo Rigazzi.

“Carissimo Fabio, né io, né il mio diacono, qui presente accanto a me, nativo di Cassibile, abbiamo mai sentito parlare di questa casa. La via che tu mi ha citato, comunque, è più vicina a Fontane Bianche che a Cassibile, pur essendo territorio di Cassibile. Ho interpellato un abitante della zona, vi abita a non più di 150 metri di distanza!! Lui stesso mi ha detto che non ne sa niente e che andrà a vedere su internet. Il Vaticano, è un piccolo staterello che si trova a Roma e non ha potere sul territorio nazionale. Le case non sono sconsacrate, solo le Chiese lo sono! (Semmai, se il padrone vuole, si possono benedire… ma non sconsacrare!!). Se qualcuno poteva mettere dei sigilli, questo era solo un tribunale civile! Ci sarà sicuramente un fondo di verità, dove poi si costruisce la “leggenda metropolitana”. Nessuna delle persone da me presentate ha mai conosciuto un padre Ebruzza. Comunque, essendo quello un territorio della parrocchia Santa Rita al Mare, l’unico che potrebbe saperne qualcosa è l’attuale parroco o il sacerdote che ha costruito la Chiesa. Se dovessi incontrare in questi giorni uno dei due chiederò notizie di questo P. Ebruzza, ma ho sentito altre persone del posto e nessuno l’ha mai sentito nominare.”

Sono poi state analizzate altre affermazioni del video.

“ Nel settembre 2006 sono stati rotti i sigilli per una ricerca universitaria.” Anche se potrebbe essere un vero impedimento da parte delle forze dell’ordine questo non significa che in quarant’anni nessuno sia mai stato tentato di entrare nella casa che peraltro non appare di certo come casa abbandonata da tanti anni. Inoltre, è abbastanza inverosimile il fatto che sia stata condotta addirittura una ricerca universitaria su una casa dichiaratamente “infestata” e che per corroborare la ricerca siano stati rotti i sigilli.

Un’altra affermazione che ha scatenato gli esperti del CICAP è questa che vi riporto di seguito.

“Il 15/12/2009 sono stati trovati i corpi dei ricercatori. ”Ma da quanto risulta non è stata data notizia di nessun gruppo di ricercatori scomparsi. Non esistono né nomi, né date e nemmeno motivazioni del fatto che queste persone siano entrate nella casa. Non è stata aperta nessuna inchiesta al riguardo e questo ha un solo significato: la notizia è assolutamente falsa. Altrimenti sarebbero emersi quantomeno i nomi di suddette persone; invece il nulla. In sostanza questi corpi all’interno della casa non sono mai esistiti.

La notizia del presunto ritrovamento dei corpi appare nel video, nel quale si afferma che tutta la storia è vera e reale, ma  in realtà non è altro che la preparazione di un “docu-film” che porta il titolo “Villa Dunardi: il Film” ed è stato realizzato dal regista Nicolai Dohann Bermann nominato in precedenza, girato con strumenti amatoriali e con finale improvvisato.

Il video, girato sia all’esterno che all’interno della casa, non riprende fenomeni paranormali che avrebbero dovuto essere presenti se veramente la casa fosse stata infestata.

Successivamente gli esperti hanno analizzato l’esistenza dell’articolo sul giornale “L’Aretuseo” e hanno scoperto dopo diverse analisi che anche questa era semplicemente una montatura utilizzata per attirare il pubblico.

In sostanza, si tratta di una vera e propria bufala.

Vi consiglio di visionare il video qui di seguito. Constaterete con i vostri occhi che di paranormale non c’è assolutamente nulla.

Buona visione amici lettori!

www.youtube.com/watch?v=cO_utxHdDo4,

Precedente Intervista a Marco Toninelli: Scenografie impazienti Sillabe Di Sale Editore Successivo Recensione: Il predatore di anime -  Vito Franchini - Giunti editore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.