Stelle poesia di Sandra Pauletto

Stelle

Stelle della notte,

solitarie nell’immenso spazio del cielo.

Abitanti mute di quel luogo per noi irraggiungibile,

guardate chi cerca di scrutare un po’ della vostra esistenza

tremolante e precaria…

Noi,

con il naso all’insù per cercare conforto o risposte

alle eterne e irrisolvibili domande,

o solo per liberarci per un attimo gli occhi dalla miseria della terra

ormai incapace di riflettere il vostro muto brillare.

A voi io dedico queste poche righe,

a voi dedico i miei sguardi miopi

che non mi permettono di osservarvi con la precisione che meritate,

a voi,

e a chi quelle stelle abita

mando un bacio, e il più bel sorriso di cui son capace,

per far sapere che nonostante tutto

ce la passiamo bene e non c’è di che preoccuparsi.

Potete continuare a brillare mute e solitarie,

certe che il trovarvi lassù,

ogni sera,

al primo imbrunire,

ci fa sentire meno soli,

ed è questo,

solo questo

quello di cui

abbiamo veramente bisogno.

Sandra Pauletto

stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.