Recensione: L’ULTIMA NOTTE DI AURORA di Barbara Baraldi – GIUNTI Editore

L’ULTIMA NOTTE DI AURORA di Barbara Baraldi (GIUNTI Editore)

Questo terzo thriller di Barbara Baraldi, che segue “Aurora nel buio” del 2017 e “L’osservatore oscuro” del 2018, tutti editi dalla Giunti ha nella nebbia un filo conduttore.

La nebbia che avvolge le rive del Po e ricopre i territori circostanti imbalsamando le campagne, una nebbia a suo modo affascinante e misteriosa, ma che quando la superi o se ne va torna il sereno.

C’è anche una nebbia più profonda, una nebbia interiore che quasi ovatta i sensi, distorce le percezioni e avvolge l’anima. Proprio quell’anima le cui ferite, come sa bene la profiler Aurora Scalviati, sono difficilissime da rimarginare. Ferite che lei sta cercando di guarire facendo i conti con le sue oscurità.

L’oscurità è un tema ricorrente anche dei precedenti thriller che hanno Aurora per protagonista e continua ad esserlo in questo terzo capitolo della serie, anche se sembra che da un momento all’altro il sereno possa tornare a portare la sua luce.

Alla nostra protagonista all’inizio del romanzo viene posta una domanda : “Credi che si possa davvero uscire dal buio?”

Questo interrogativo la tormenterà per tutto il corso della nuova indagine che sarà chiamata a dirigere.

In questa corsa contro il tempo per fermare un pericoloso serial killer, Aurora si troverà ad affrontare un viaggio nell’oscurità della mente umana attraverso depravazione, pedofilia, vita oltre la morte. Sarà  un percorso molto pericoloso, dovrà scendere a patti con il male anche a costo di liberare segreti che era meglio restassero tali.

Pagina dopo pagina,  Aurora si troverà difronte al potere della mente, alle percezioni sensoriali ed la loro distorsione, ed entrerà in un abisso profondo dove  il male  sembra non avere limiti.

Barbara Baraldi conferma di essere una delle migliori scrittrici thriller del panorama italiano, un’autrice molto attenta ad ogni particolare della vicenda che racconta.

Molto puntuale nella caratterizzazione dei suoi personaggi e altrettanto abile nel farli muovere all’interno della storia.

Chi ha seguito le avventure di Aurora fin dal primo libro (Aurora nel buio), apprezzerà di certo l’evoluzione del personaggio che dimostra l’abilità dell’autrice.

La trama è avvincente, appassionante e ricca di spunti di riflessione. I capitoli di breve durata scorrono via uno dopo l’altro senza riuscire a fermarsi. Scritto molto bene e con grande intelligenza.

Tutta la saga di Aurora ha sicuramente alle spalle un  grande lavoro di preparazione che sarà costato all’autrice non poca fatica, ma che la premia visto il meritato successo del suo personaggio ormai entrato di diritto tra i più amati dai lettori di thriller.

David Usilla

 

Precedente Berlino e il muro. Gli alleati (Approfondimento di Alberto Zanini Pt 2) Successivo Lili Refrain - ULU - La nuova composizione è un rivoluzionario audio poster.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.