Recensione: Giallo al Cimitero Maggiore di Paola Varalli (Fratelli Frilli Editori)

Recensione: Giallo al Cimitero Maggiore di Paola Varalli (Fratelli Frilli Editori)

 

Lo confesso, sono pazzamente innamorato delle due straordinarie “squinzie” uscite dalla penna magica di Paola Varalli. La “gergale e gesticolante” Anita Valli, restauratrice di mobili antichi, e Mirella Bonetti, Mirix per gli amici, socia di uno studio di architettura sono due personaggi che è impossibile non amare e come per i precedenti capitoli della saga (“Incroci obbligati” e “L’antiquario del Garegnano” entrambi editi da Fratelli Frilli Editori”) anche in questa loro nuova avventura non mancheranno di entrare nei cuori dei lettori. Giallo al Cimitero Maggiore (Fratelli Frilli Editori) è, come detto, il terzo capitolo della saga che la bravissima Paola Varalli ha dedicato a queste splendide figure, a queste due donne così diverse ma così amiche, legate da un’amicizia straordinaria. Intorno a loro ruotano altri personaggi davvero molto simpatici, persone di grande umanità e di grande cuore. Il primo di tutti è il commissario Giorgio Santini diventato nel corso della saga il fidanzato di Mirella e che è soprattutto indaffarato a togliere le due amiche da quei guai in cui da brave Sherlock Holmes in gonnella non mancano mai di ficcarsi. Marchino Gabbianelli è un altro personaggio davvero divertente, amico di lunga data di Anita e valido collaboratore delle due investigatrici per caso. Come per le precedenti avventure, anche in questo caso la narrazione gialla si arricchisce di sfumature comiche ed ironiche il che non fa che rendere questi libri delle perle di rara bellezza e soprattutto libri che è davvero un peccato non leggere. Entrare nel mondo di Anita e Mirella è un’esperienza unica, è come respirare aria fresca, riempie davvero il cuore e l’anima. Tra clochard che spariscono nel nulla, gente ritenuta morta che gironzola tranquilla per Milano (niente paura, non ci sono zombie, non siamo in un film di George Romero), imprese di pompe funebri un filino losche, e altre situazioni particolari si dipana la trama di questo romanzo scritto da Paola Varalli con straordinaria leggerezza ed ironia, con la capacità di strappare più di un sorriso al lettore grazie anche alla bravura che ha dimostrato nella caratterizzazione di tutti i personaggi che si muovono sulla scena. Ovviamente le prime della fila sono le due protagoniste Anita e Mirella due detective per passione, un po’ “MacGyver de noantri” e un po’ versione goffa di Jessica Fletcher, due amiche inseparabili che rischiano sempre di finire nei guai. E quando finiscono nei guai a chi spetta l’onere di salvarle? Beh ovvio, al commissario Giorgio Santini, diventato fidanzato di Mirella che ha il suo bel da fare nel tenere a freno le smanie da detective delle due donne. Non può non essere inserito nella lista pure il buon Marchino Gabbianelli, mago degli spettrometri, grande amico di Anita e volenteroso compagno di indagini fai da te delle nostre protagoniste. La scrittura della Varalli è davvero frizzante, coinvolgente, ricca di inflessioni dialettali, neologismi, e forme gergali giovanili, fatta di capitoli brevi che seguono parallelamente le indagini d Giorgio Santini e le imprese di Anita e Mirella dando al libro un gran bel ritmo narrativo. Riassumendo ci troviamo davanti ad un giallo molto bello, avvincente, coinvolgente ma al tempo stesso divertente, ironico a tratti comico, la penna di Paola Varalli è a dir poco magica nel riuscire a scrivere sdrammatizzando quelli che sono i cliché del genere riuscendo anche a non inserire elementi di violenza gratuita nella sua narrazione. Bello, bello bello, anzi bellissimo, un libro ed una saga che mi ha stregato e che spero veda presto aggiungersi un nuovo capitolo perché come sempre accade quando si finisce di leggere le avventure di personaggi a cui ci si affeziona diventa dura salutare e l’unica consolazione sta nel pensare che sia solo un arrivederci e non un addio.

 

David Usilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.