Mr. Mercedes – Stephen King – Recensione di Sandra Pauletto

Mr. Mercedes – Stephen King – Recensione

Mr Mercedes è il primo volume di una trilogia costituita da:

Mr Mercedes

Chi perde paga

Fuori turno

Un romanzo scritto dal maestro dell’horror che purtroppo di horror non ha nulla, o meglio non ha nulla di horror inteso come soprannaturale, scordatevi zombie, demoni e vampiri.

Mr Mercedes è una trilogia giallo poliziesca in cui Stephen King ci porta a scontrarci con la follia o miseria umana dove un cervello instabile ma dai tratti geniale cerca con azioni ecclatanti l’appagamento che la vita non gli offre.

I cliché del giallo classico ci sono un po tutti. L’assassino, il vecchio poliziotto che pur in pensione vuole risolvere il caso, la belloccia, il genio dei computer.

Ritmo alto e ottima scrittura come sempre ma preferisco il King horror classico.

Mr Mercedes mi da la sensazione di un libro scritto senza prestar attenzione a come poi si sarebbe risolta l’indagine, che mai non trova la mia approvazione, quando alla fine si tratta di casualità e non di soluzione del caso per reale capacità di chi indaga.

Il personaggio “cattivo” nel romanzo in tutti i casi entra nel cuore perchè è un pazzo che andrebbe aiutato come troppi ce ne sono al mondo d’oggi, anche il finale a suo modo è poco credibile ma serve all’autore per dar il via al II volume che mi riprometto di leggere e recensire.

Un discorso a parte va fatto per la madre del protagonista “cattivo”. Figura solo apparentemente non fondamentale nel romanzo ma che come un’ombra a suo modo è sempre presente nella mente e nelle scelte del figlio. Il loro rapporto è morboso e sbagliato, come sbagliata è la testa del protagonista.

King non ha sicuramente bisogno dei miei consigli e resta in assoluto il migliore come scrittura, ma sui gialli forse deve impratichirsi un po’ !

Sandra Pauletto

Precedente Bazooka - Zero Hits - Capolavoro garage nomade e ribelle tutto da ballare. Successivo Captain Marvel - Un'eroina politica. Dialoghi e personaggi scialbi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.