Io sono il cattivo – Recensione e videointervista con l’autore Musumeci

Io Sono Il Cattivo di Giampaolo Musumeci (Il Sole 24 Ore)

 

Giampaolo Musumeci è certamente un grande reporter ed un grande giornalista, le sue trasmissioni su Radio24  ne sono la testimonianza più evidente: sia con “Nessun luogo è lontano” che con “Io sono il cattivo” ci ha portato alla scoperta di spaccati del mondo che per molti di noi erano ignoti.

Ora “Io sono il cattivo” (edito da Il Sole 24 Ore), è diventato un libro in cui sono raccolti i ritratti di 15 tra i più grandi criminali del nostro tempo.

Terroristi, trafficanti, ladri, ribelli, dittatori che nel corso della loro esecrabile carriera criminale hanno ucciso, torturato, rubato, truffato e racimolato grandi quantitativi di denaro.

La sete di potere e di denaro, ma anche il senso di rivalsa, sono stati il volano delle imprese di questi personaggi che per periodi più o meno lunghi hanno terrorizzato, tenuto in scacco, sottomesso, intere porzioni del nostro pianeta.

L’opera meritoria di Giampaolo Musumeci è stata proprio quella di togliere il velo dell’oblio dalle figure di questi carnefici, raccontando, per ognuno di loro, non solo le imprese malvagie ma anche le motivazioni che li hanno spinti verso l’abisso della violenza e della disumanità più bieca.

Ciò che lega tutte queste storie è il male, in tutte le sue declinazioni.

Musumeci lo ha esplorato, lo ha studiato per anni viaggiando in lungo e in largo per il mondo, soprattutto tra Africa e Medio Oriente. Il frutto di questo studio, di questa continua ricerca, del suo esplorare è stata proprio la trasmissione coprodotta da Audible e Radio24 che ha dato il nome anche al libro di cui stiamo raccontando.

Ci sono personalità magari più note al grande pubblico, come ad esempio il famigerato califfo Al-Baghdadi, ed altre meno conosciute ma altrettanto crudeli, malvagie, senza scrupoli. È un viaggio nel male ma non solo, è  un viaggio alla scoperta di porzioni di mondo di cui molti ignorano le condizioni, le vicissitudini, le problematiche sociali ed economiche.

La lettura risulta molto coinvolgente e scorrevole, lo stile asciutto aiuta a entrare appieno negli scenari descritti, e la precisione con cui vengono raccontate le varie storie, fa sì che il lettore si trovi quasi proiettato in prima persona nei luoghi descritti, che abbia la sensazione di trovarsi a tu per tu con il cattivo di turno. Una bellissima esperienza di lettura, che lascia  molto, sia in termini di conoscenza, che di spunti per riflettere sul mondo che ci circonda, sulle sue contraddizioni e sulle sue storture. Libro assolutamente da avere nella propria biblioteca personale.

David Usilla

Grazie alla disponibilità di Giampaolo Musumeci ci è stato possibile intervistarlo, effettuando quella che per il blog  e per il moderatore, è la prima esperienza come video intervista. Ci scusiamo quindi per il risultato finale non professionale con l’autore Musumeci  abituato a ben altri standard, ringraziandolo ancora una volta, a nome del blog I gufi narranti. 

Sandra Pauletto 

 

 

 

Precedente Resurrezione - Lev Tolstoj - Analisi di Eloisa Ticozzi Successivo Retrospettiva dedica a André Derain - 27 settembre 20 - 31 gennaio 21 - Mendresio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.