Crea sito

Intervista esclusiva a Giulio Perrone

giulio perrone

Giulio Perrone, una vita da editore con la casa editrice che porta il suo nome, ha voluto mettersi dall’altra “parte della barricata” scrivendo a sua volta un romanzo giallo edito da RIZZOLI intitolato: “L’esatto contrario” vediamo di conoscerlo meglio chiacchierando con lui:

D – Perché hai deciso di iniziare a scrivere proprio un romanzo giallo?

R – Devo dire che non sono partito con l’idea di scrivere necessariamente un libro di genere, era la storia che avevo in mente ad avere delle tinte noir. Ho quindi assecondato la trama e il personaggio cercando di rimanere fedele a quello che avevo deciso di raccontare.

D – Nel libro si parla di un non meglio specificato circolo, possiamo sentir odore di massoneria?

R – Direi più un mondo chiuso, non necessariamente massone, ma che gestisce e amministra il potere creando una sorta di casta di cui purtroppo sentiamo un po’ tutti il peso.

D – Per chi ti sei ispirato per creare il personaggio di Riccardo Magris?

R – Nel protagonista vivono tante anime che assommano esperienze diverse che mi sono state raccontate ma anche una fetta dei miei personali ricordi che hanno costruito in qualche modo la memoria, il vissuto di Riccardo.

D – Il cognome è un caso o un omaggio allo scrittore?

R – In realtà ho pensato semplicemente che quel nome e quel cognome fossero perfetti per il protagonista. Credo che in qualche maniera quando scegli il nome di un tuo personaggio gli affidi anche un ruolo, un compito nella storia. Qualcosa che ha a che fare con un mondo che nasce interamente nella testa prima ancora di arrivare sul foglio.

D – Giulia, o una Giulia, è esistita veramente?

R – Così come è raccontata no, ma anche lei riassume i contorni di diverse donne che ho conosciuto e che mi hanno colpito. Direi che esiste poi una “Giulia” vista con gli occhi del protagonista e una “Giulia reale” che anche lui poi, andando avanti nella storia, arriva a conoscere.

D – Tutto lascia pensare ad un seguito, i tuoi fans possono sperare nel ritorno di Riccardo e dei suoi amici o hai in cantiere un libro completamente diverso?

R – Forse ci sarà in futuro ma non nel prossimo libro che ho già scritto e che uscirà a Marzo prossimo. Una storia molto diversa e con un protagonista nuovo a cui però voglio altrettanto bene.

D – Nella scena in vespa ho pensato subito a caro diario, ma mi hai rubato la domanda parlandone tu stesso, ti chiedo allora, ti piacciono i film di Nanni Moretti o ti aveva colpito solo quel film o in particolare quell’episodio?

R – Adoro i film di Nanni Moretti perché riescono sempre a sorprenderti e perché possono spesso nell’arco di una stessa narrazione farti sorridere e anche riflettere profondamente. Avviene così anche nella scena memorabile a cui facevi riferimento.

D – E in fine la domanda che facciamo a tutti: puoi consigliarci il titolo di un libro che ti è piaciuto, ma che è poco noto al grande pubblico?

R- Vorrei segnalare un libro straordinario uscito qualche anno fa: “Il bufalo della notte” di Guillermo Arriaga. Un vero capolavoro.

Ringraziandoti per la disponibilità ti salutiamo con un in bocca al lupo per la tua nuova carriera di scrittore e al prossimo libro sulle pagine dei Gufi Narranti!

2 Risposte a “Intervista esclusiva a Giulio Perrone”

  1. Sarà bello, io li leggo i gialli ma non troppo crudi ma soft alla Agatha Christie!Grazie e ciao! Non conosco l’autore! e voi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.