INTERVISTA A FABIO ZUFFANTI – AMORI ELUSIVI –

INTERVISTA A FABIO ZUFFANTI – AMORI ELUSIVI -.

amori

Buongiorno a Fabio Zuffanti di cui abbiano da poco recensito il volume “Amori elusivi” e con il quale abbiamo l’occasione di scambiare due chiacchere:

 

  • Ciao Fabio, possiamo darci del tu?

 

Ciao, certamente!

 

  • Visto che i nostri lettori non ti conoscono vuoi raccontarci qualcosa di te?

 

Sono nato a genova e da circa 25 anni mi occupo di musica. Ho inciso molti dischi a mio nome e con diverse formazioni (Finisterre, La Maschera di Cera e molte altre). Il genere musicale di cui mi occupo è il prog rock. In questo ambito ho avuto modo di farmi conoscere a livello internazionale suonando spesso in giro per il mondo. Dal 2012 la passione per lo scrivere, che coltivo fin da adolescente, ha cominciato a prendere il sopravvento. Da lì sono venuti alcuni saggi a carattere musicale (l’ultimo riguarda Franco Battiato, pubblicato da Arcana edizioni) e collaborazioni con testate quali “La Stampa” e “Rolling Stone Italia”. Nel 2017 è uscita la mia prima raccolta di racconti, “Storie notturne”, pubblicata da Ensemble edizioni, e a fine 2019 “Amori elusivi”.

 

  • Come nasce l’idea per “Amori elusivi”?

 

Nasce dall’osservazione di quanto l’amore ai nostri giorni abbia preso strade  impervie, di quanto a volte la comunicazione tra uomo e donna si sia fatta difficile, della miriade di coppie che a un certo punto decidono di percorrere strade diverse o di quante persone provino timore nell’approcciare l’altro sesso. Da una parte abbiamo la massima libertà offerta dalla tecnologia, dall’altra c’è una paura sempre più grande dei legami fissi, di lasciarsi andare a esprimere le proprie emozioni. Tutto questo mi ha ispirato una serie di racconti nei quali per un motivo o l’altro l’amore non arriva mai a compimento. Storie spesso paradossali e grottesche nelle quali uso la surrealtà per cercare di capire meglio la realtà.

 

  • Sono storie che hai scritto o raccolto in un lasso di tempo ampio?

 

Sono state scritte tutte nell’estate 2018, una al giorno, di getto, senza piani prestabiliti. Semplicemente facendomi guidare da un’immagine o un frammento di vicenda che mi veniva in mentre e che poi la sviluppavo in forma di racconto.

 

 

  • Per la struttura del tuo libro ho avuto la sensazione di avere tra le mani un “concept album”. Quanto della tua anima di musicista è presente nel tuo libro?

 

Non è stata una cosa intenzionale, ma scrivendolo mi sono accorto che, mentre andavo avanti con i racconti, mi piaceva inserire dei link a quelli precedenti, riprendere dei personaggi e delle situazioni. Amo molto i concept album nei quali i temi musicali sono ripresi in diversi brani, io stesso ho composto questo genere di opere e sono felice tu ti sia accorto di questo fil rouge. È una cosa che non ho voluto specificare sperando che il lettore possa accorgersene e in qualche modo trovare lui il bandolo della matassa, la storia che sta dietro a tutte le storie del libro. Da parte mia mi guardo bene dal rivelarla, mi piace stimolare la curiosità spesso anche tramite il non detto, l’elusivo.

 

  • Nel tuo ultimo lavoro non ti esponi nel giudicare le azioni dei tuoi personaggi. Vuoi motivare questa scelta?

 

Mi piaceva l’idea di fotografare una scena, una vicenda, senza però far trasparire le mia idee o giudizi al riguardo, semplicemente lasciando che i personaggi si muovessero all’interno di ciò che gli capita. In realtà poi in questi uomini o donne c’è sempre rappresentata una parte di me, un qualcosa che fa parte della mia esperienza. Ma li ho lasciati liberi di esprimersi, senza giudicarli o schierarmi, così come osservo spesso i comportamenti delle persone senza per questo dar loro giudizi morali (a meno che non mi vengano richiesti).

 

Grazie per la disponibilità e a presto sulle pagine de I Gufi Narranti.

 

Grazie mille a voi, a presto!

David Usilla

Precedente Black Mirror - Quarta Stagione - Crostini distopici in salsa cinematografica. Successivo RECENSIONE: GIRO DI VITA - ALESSIO REGA - LES FLANEURS EDIZIONI

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.