Dietro la notte – Massimiliano Irenze (Elison Publishing)

Dietro la notte – Massimiliano Irenze (Elison Publishing)

 

È  tornato sugli scaffali delle librerie Massimiliano Irenze, con “Dietro la notte”(edito da Elison Publishing), romanzo che conferma l’originalità di questo autore.

Il libro parte da una stanza di un anonimo appartamento torinese dove viene tenuta rinchiusa un’entità misteriosa che deve essere controllata a vista ventiquattr’ore su ventiquattro da non meno di 5 soldati.

Ma qualcosa va storto.

Se si volesse pensare ad una unica parola che rappresenti il romanzo io direi “predestinazione”, nonostante un colpo di scena che cambia le prospettive.

All’interno del libro si muovono una grande varietà di personaggi, tutti molto ben caratterizzati e ben definiti, ognuno con la sua piccola storia da raccontare, i personaggi sono legati tra loro da fili apparentemente invisibili: ossessioni, fragilità emotiva, passato con cui è complicato fare i conti. La presenza di un’entità paranormale è chiara fin dalle prime righe però quale sia la sua reale natura rimane un mistero fino alle battute finali del romanzo quando la verità verrà a galla e sarà una verità inaspettata, un colpo di scena che lascerà il lettore di stucco. In effetti scorrendo le pagine, seguendo lo svolgimento delle indagini ci si imbatte in nuovi indizi, in improvvise rivelazioni che invece che dipanare la matassa la ingarbugliano ancora di più fino, come detto arrivare alla fine, e scoprire la sconcertante verità.

La scrittura di Irenze non si perde in voli pindarici, in ragionamenti particolarmente astrusi, o in parabole mirabolanti, anzi utilizza una scrittura semplice, un linguaggio spesso colloquiale, il che permette al lettore di calarsi in maniera piena e completa nella storia. Un bel giallo, arricchito da quel tocco di paranormale che sicuramente non guasta. Una lettura sicuramente consigliata agli amanti dei bei gialli, a chi chiede ad una lettura anche spunti su cui riflettere, a chi ha voglia di immergersi in realtà anche un po’ diverse da quella che ci circonda.

David Usilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.