Crea sito

Il vangelo secondo satana – Patrick Graham – Recensione

Recentemente, ho letto un romanzo  il mio genere preferito che mi ha molto colpita. Si tratta de “Il vangelo secondo Satana”, pubblicato nel 2007, di Patrick Graham  uno stimato consulente d’azienda che ha sempre tenuto vive le sue passioni: la Storia e lo studio delle religioni. Il libro in questione è tra l’altro il suo primo romanzo che ha avuto un grande successo e ha vinto il premio “Maison de la Presse”.

Il romanzo, narra la storia di Marie Park, agente dell’FBI, che indaga su un serial killer che è alla ricerca di un libro. Il Vangelo secondo Satana che per secoli la Chiesa ha cercato di nascondere e di cui non si avevano più notizie dopo la peste del 1348 quando Madre Yseult si nascose per sfuggire ad un cavaliere che uccise tutte le consorelle del convento.

L’uomo cercava un volume, opera del diavolo. Fonte del potere dei Templari che la chiesa affidò all’ordine segreto delle recluse perchè nessuno lo trovasse mai.

Per questo che madre Yseult, si murò viva, stringendo a sé il Vangelo secondo Satana.

Il libro passa ai giorni nostri. Quattro ragazze torturate senza pietà, crocifisse all’interno di una chiesa sconsacrata…

Un romanzo che ho letto tutto d’un fiato, prima di tutto perchè amo il genere horror è il mio preferito, ma anche perchè la storia viene narrata in modo adrenalinico e prende moltissimo. Si inizia subito alla grande con le prime cinquanta pagine ambientate nel 1348 che illustrano alla perfezione epidemie, visioni e quant’altro. Descrizioni realistiche che fanno davvero paura. Unica pecca a mio parere, un po’ più noiosa la parte ambientata nel presente che fa meno paura e ci sono scene che non sembrano credibilissime, ma sicuramente non delude. Direi che Graham con questo libro, ha decisamente colpito nel segno e la prova sta nella vittoria del prestigioso premio che prima ho citato . In ogni caso, se volete leggere un libro che vi dia tensione dall’inizio alla fine, questo romanzo fa per voi. Consigliatissimo agli appassionati del genere horror e thriller.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.