Recensione: Sentenze mortali – Francesco Torreggiani – Gilgamesh

Il romanzo proposto da Francesco Torreggiani “Sentenze mortali”, edito da Gilgamesh è un noir a tinte forti impostato come il classico giallo Mondadori, in cui abbiamo l’elenco dei personaggi prima dell’inizio della storia, nella quale tre distretti di polizia sono alle prese con dei delitti attorno ai quali non pare esserci alcun legame o punto in comune.

Si brancola nel buio.

I casi da risolvere sono tre:

“Morrison”,

“Thompson”

“Walls”.

Le indagini portano dentro alle vite delle vittime e dei loro affetti, aprendo un mondo di quotidianità molto ben descritto. Ma chi è la mano che uccide e perché?

Sono davvero vittime coloro che i colpi d’arma da fuoco raggiungono ponendo fine alle loro vite da un misterioso assassino che colpisce senza lasciare traccia e prende di sorpresa le sue vittime?

Torreggiani ci pone davanti ad un quesito relativo alla giustizia e all’applicazione delle leggi che fa decisamente riflettere e che trovo stupendamente attuale.

Qual è la punizione corretta  davanti ad alcuni reati? È davvero efficiente il potere giudiziario al punto che tutti i cittadini possono considerarsi protetti e il colpevole davvero punito ?

L’autore nel romanzo sviluppa un punto di vista che forse coincide con il suo o è solo un escamotage letterario per strutturare il romanzo, ma che sicuramente troverà concordi molti lettori a torto o a ragione.

Un noir che non ti permette fino alla fine di scoprire il colpevole, che rimane misterioso fino al colpo di scena finale in cui si tirano le fila e i nodi vengono al pettine.

 

“Sentenze mortali” è  un ottimo romanzo di Francesco Torreggiani scritto in modo fluido e senza cadute e utilizzando un vocabolario pulito cosa ultimamente sempre più rara.

È davvero un bel libro, capace anche di farti riflettere, caratteristica non facile da trovare in un noir, quindi non ci rimane che  ringraziare Gilgamesh edizioni per averlo pubblicato.

Sandra Pauletto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.