SOLITUDINE Poesia di Teresa Breviglieri

SOLITUDINE
Un quieto silenzio mi avvolge la mente
nessun rumore offusca la mia anima.
Dentro il mio cuore le lacrime.
Nessuno sa qual tormento io senta.

Sola in questa stanza ignuda,
conto i minuti che mi separano dalla follia.
Pensieri di un tempo che mai non fu,
immagini di una vita che mai vivrò.
Parole escono dalla mia bocca
e non trovano risposta.
Nessuno davanti a me
e nessuno intorno a me.
Guardo il mio volto stanco
allo specchio dei ricordi mai esistiti.
Aspetto con pazienza che il sonno mi prenda.
Chiudo gli occhi e parto
per un viaggio senza ritorno.
Aspettami mondo dorato.
Qui non tornerò più.

 solitudine
Foto di Antonio Duilio Puosi
Precedente Tre Manifesti a Ebbing, Missouri - Giustizia, vendetta e umanità in America. Successivo Picasso capolavori dal museo di Parigi a Genova fino al 6 maggio 2018

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.