La Panorpa communis ovvero: la mosca scorpione

La Panorpa communis ovvero la mosca scorpione.

 

mosca scorpione
Mosca scorpione foto di Giovanni Tinella

L’animale curioso che andiamo a conoscere oggi è la mosca scorpione.

Il suo ambiente preferito è costituito da ombra e umidità, è facile infatti incontrarla nelle boscaglie o vicino ai bacini d’acqua. La mosca scorpione appartiene all’ordine dei “mecotteri”, quindi zoologicamente parlando non è legata alla mosca domestica che vediamo normalmente, in quanto, questa, appartiene all’ordine dei ditteri. La mosca scorpione è di forma allungata, simile all’ape, e deve il suo nome alla conformazione particolare dell’ultima parte del corpo, che termina con un pungiglione che l’insetto normalmente tiene sollevato sopra il corpo, grazie alla curvatura dell’addome. Questa posizione lo rende, nell’aspetto, a suo modo simile allo scorpione, ma invece, rispetto ad alcuni di questi, è assolutamente innocua. La mosca scorpione è un insetto prevalentemente carnivoro, si nutre infatti di animaletti morti attraverso il suo particolare muso allungato, che gli permette di succhiare gli alimenti. La sua conformazione è ideale per la sua esistenza, la mosca scorpione infatti, appartiene a quella categoria che viene definita: “insetti fossili” in quanto nei secoli non hanno subito nessuna mutazione. Ma ora veniamo a spiegare la sua curiosa conformità fisica. Visto che quel pungiglione o coda che vuol chiamarsi è del tutto inoffensivo, a cosa serve? Serve precisamente per difendersi, ma non da altri animali o insetti predatori, bensì dalla femmina della sua specie in fase di accoppiamento, perché pure lei, come le api, ha la tendenza a mangiarsi il partner una volta compiuto il suo lavoro. Al fuco (maschio dell’ape) tale sorte è inevitabile, mentre per la mosca scorpione le cose vanno meglio, in quanto, con il suo pungiglione blocca la femmina rendendola quasi inoffensiva, e per stare ancora più tranquillo, quando trova il partner per accoppiarsi, le porta in dono qualche insetto per farla mangiare sperando così di salvarsi, cosa che accade, ma non sempre.

A parte il pungiglione e l’apparato boccale di cui abbiamo già parlato in precedenza, il corpo della mosca scorpione non presenta altre curiosità. Ha il classico corpo a tre segmenti: testa, torace, addome, tre paia di zampe attaccate al torace, due paia di ali, due antenne di tipo filiforme, costituite da quattordici segmenti e occhi laterali composti. Quindi se vi capita di incontrare una mosca scorpione non temete per la vostra incolumità, a meno che non venga portandovi in dono qualcosa da mangiare per distrarvi…

mosca scorpione
Mosca scorpione foto di Giovanni Tinella

 

Foto di Giovanni Tinella  il suo canale Youtube è al seguente link :

http:// www.youtube.com/user/AracnoVanni92

 

Precedente Il ritorno del mostro Dylan Dog n.8 Successivo Mosaici segreti nella Chiesa di San Tommaso Apostolo (MN)

Lascia un commento

*