“Il maestro delle ombre ” di Donato Carrisi  Recensione di T. Breviglieri

maestro“Il maestro delle ombre” di Donato Carrisi  Recensione di Teresa Breviglieri

Siamo a Roma. Scoppia un temporale di proporzioni colossali. Un fulmine colpisce una delle centrali elettriche ed è allora che le autorità impongono un blackout di ventiquattro ore, per riparare i danni. Aleggia sulla città la frase del Papa Leone X scritta in una bolla dove imperativamente diceva che: “Roma non deve mai mai mai rimanere al buio”.

Nel buio che segue il blackout e nel panico generale, un’ombra malefica, lascia una scia di morti e anche di indizi importanti. Indizi che solo Marcus, un prete appartenente alla Santa Penitenzieria Apostolica, conosciuta anche come il “Tribunale delle anime”, può comprendere ed interpretare, ma purtroppo Marcus ha un problema. Non ricorda quello che è successo due o tre giorni prima dando un enorme vantaggio al silenzioso e pericolosissimo assassino. C’è solo una persona che può aiutarlo ed è Sandra Vega, ex fotorilevatrice della Scientifica. Lei è l’unica al corrente del segreto di Marcus e nel buio totale cercherà di supportarlo nella ricerca di questo efferato criminale. Vi ho appena raccontato un accenno di trama di un libro che ho letto recentemente e che mi ha colpita molto. Sto parlando de “Il Maestro delle Ombre” di Donato Carrisi che ricordiamo per i suoi successi come “La ragazza nella nebbia”, “Il suggeritore” e tanti altri. Questo romanzo inizia un po’ in sordina ma è un crescendo di situazioni adrenaliniche che portano a leggere le pagine successive velocemente. A volte le descrizioni, nei romanzi sono un pelino noiose e prolisse, ma non è qui. Descrive i personaggi con dovizia e furbizia a mio parere. Non vi verrà la tentazione di saltare nemmeno una riga. La storia è decisamente diversa da tante altre; vediamo il percorso doloroso di Marcus che ha problemi di memoria, aiutato da Sandra che nella vita ha sofferto a causa della perdita di persone care, ma che si sente in dovere di aiutare questo prete che si muove a tentoni nel buio di questo pazzesco blackout.il caos che ne deriva, rende difficile seguire i passi di un assassino che altro non aspettava per compiere i suoi efferati delitti. Ma questa strana accoppiata, farà di tutto per non lasciarsi indietro nemmeno un indizio. Tensione e adrenalina pura, troverete nelle pagine di questo libro. E non riuscirete a smettere di leggerlo fino alla fine. Nulla è scontato e nemmeno il finale

Consigliatissimo a chi ama questo genere e anche a chi non piace.

Teresa Breviglieri

Precedente Nel mare dell'initimità mostra archeologia subacquea fino al 1.5.18 Successivo Vexovoid - Call Of The Starforger - Profeti del vuoto. Discepoli dei Vektor.

Lascia un commento

*