Gli uccisori Dylan Dog n.5

Titolo: Gli uccisori

uccisori

Anno: 1987

 

Soggetto e sceneggiatura:Tiziano Sclavi

 

Disegni: Luca dell’Uomo

 

Copertina: Claudio Villa

 

 

Violenza e sangue gridano impazzite tra le strade di una Londra rovente che si appresta ad affrontare una guerra civile scatenata da una pazzia dilagante che farà delle persone degli assassini senza pietà e senza freni che solo Dylan potrà fermare. E’ estate, un’estate troppo calda per la capitale inglese, e il caldo si sa… a volte fa uscire di testa!!! Ma qui ad uscire di testa sembrano tutti: donne,bambini poliziotti… ed il loro  scopo  è UCCIDERE,UCCIDERE,UCCIDERE!!!! E’ per la prima volta che Lord Wells urla alla porta di Craven Road. L’eccentrico scienziato si presenta indossando una maschera tribale e un marchingegno di sua invenzione che misura il grado di cattiveria presente nei dintorni: il bad detector. Dopo qualche scaramuccia tra il Lord e Groucho che si sente chiamare maggiordomo e servo , il pari d’Inghilterra assume l’indagatore dell’incubo per aiutarlo a debellare quello che ormai sembra un morbo che colpisce tutti. Bloch tuttavia è convinto che sia il caldo il colpevole di tutto e che questa sia l’orribile normalità, ma a Dylan la cosa non quadra per niente e comincia la sua indagine. Ma uscire di casa è pericoloso anche per lui…. più volte rischia di essere ferito a morte da quelli che ormai vengono chiamati “gli uccisori” e anche grazie all’aiuto del suo assistente riesce in qualche modo a cavarsela. Per le strade gli “strilloni  gridano la notizia di un virus dilagante che fa impazzire le persone e falsi profeti annunciano la fine del mondo!!!

La fine di un mondo in pace dove si convive in armonia con tutto e tutti, dove l’unico scopo è l’armonia ed il vivere sereni. La terra come la conosciamo si sta sporcando di rosso. E il sangue si sa…chiama altro sangue. Squadre di vigilantes sorvegliano le strade  cercando di fermare i pazzi ignorando di diventare pazzi loro stessi e lo stesso destino colpirà polizia ed esercito chiamato a fermare l’orda assassina. Esplosioni, fumo e fuoco illuminano il Tamigi in una notte in cui Dylan scopre la verità.

A scatenare tutta questa pazzia non è altro che un programma denominato appunto: – Gli uccisori-Tramite riti alchemici applicati agli oggetti essi vengono investiti di un potere negativo che ottenebra la mente inducendo il possessore a sterminare ogni forma di vita che gli si para davanti.

L’alchimia è un antico sistema filosofico che chiamava in causa altre discipline come la chimica, la fisica ,l’astrologia e la medicina. Essa è considerata la genesi della chimica moderna e del pensiero scientifico. Oltre ad essere una disciplina fisica e chimica, l’alchimia implicava un’esperienza di crescita e liberazione spirituale. In essa sono comprese anche la conoscenza metafisica e filosofica, che ricercava nella materia simboli alchemici di altre dimensioni per infondere in essi poteri ultraterreni

E’ la Todd Ltd la tirolare del progetto e alla resa dei conti il proprietario rivela a Dylan che il programma  nasce per destabilizzare l’ordine pubblico e creare così un nuovo ordine sociale che risolverà tutti i problemi che stanno portando la nostra società alla sfacelo totale e l’unico modo per attuarlo è lo sterminio di chi questo equilibrio lo destabilizzava. Sembra davvero una storia già letta, di quelle che sentiamo fin da bambini su cui ci fanno anche i film che danno nelle feste natalizie.

Un moderno “Diluvio Universale” dove invece dell’acqua questa volta piove sangue, dove nessuno mette in salvo nessuno e tutti precipitano in quel grande nulla che vive dentro di noi.

E’ un mondo dove l’uomo gioca a fare Dio, dove si erge giudice e boia come in un macabro “Giudizio” di un pittore maledetto, senza fermarsi a pensare che non esistono buoni o cattivi, dove ognuno di noi ha dentro di se’ infinite gemme che riflettono gioie timori paure ed orrori, che lasciano il segno sulla strada della nostra vita.

Daniele Iannantuoni

 

 

 

Lascia un commento

*