Filastrocca Giulia va in campagna

Filastrocca Giulia va in campagna

 

Giulia se ne stava tutto il giorno poveretta Dietro a una finestra piccolina stretta stretta Guardava per la strada le automobili passare era tutto grigio e puzzolente da annusare
Giulia se ne stava tutto il giorno poveretta
dietro a una finestra piccolina stretta stretta.
Guardava per la strada le automobili passare
era tutto grigio e puzzolente da annusare

 

Papà la prese in braccio e se ne andò sulla poltrona Ti porto da zio Gigi se non fai la brontolona Andiamo a casa sua li potrai correre e giocare Ti divertirai con mille cose da guardare
Papà la prese in braccio e se ne andò sulla poltrona
“Ti porto da zio Gigi se non fai la brontolona!
Andiamo a casa sua li potrai correre e giocare
ti divertirai con mille cose da guardare”
Giulia era felice le piaceva la campagna Correre e saltar e mai nessuno che si lagna Nessun da disturbar al pian di sotto come adesso Che di saltare in casa non ne aveva mai il permesso
Giulia era felice le piaceva la campagna
correre e saltar e mai nessuno che si lagna.
Nessun da disturbar al pian di sotto come adesso
che di saltare in casa non ne aveva mai il permesso

 

E’ arrivata l’ora l’auto è pronta per partire Giulia e già all’ interno ed è felice da impazzire si è portata dietro Bubulone l’orsacchiotto sicura di trovare il miele di cui tanto è ghiotto.
E’ arrivata l’ora l’auto è pronta per partire
Giulia e già all’ interno ed è felice da impazzire
si è portata dietro Bubulone l’orsacchiotto
sicura di trovare il miele di cui tanto è ghiotto.
E’ un po’ che l’auto corre la città se ne sta andando, il paesaggio intorno piano, piano sta cambiando Le case non son più tutte vicine alte e stretteMa stan più larghe e comode le piccole casette
E’ un po’ che l’auto corre la città se ne sta andando, il paesaggio intorno piano, piano sta cambiando. Le case non son più tutte vicine alte e strette ma stan più larghe e comode le piccole casette
Ecco lo zio Gigi! Niente macchine qua intorno Solo un prato verde tanti alberi a contorno Niente clacson d’auto niente rombo di motori Cantan gli usignoli, ci son tanti e tanti fiori
Ecco lo zio Gigi! Niente macchine qua intorno!
Solo un prato verde tanti alberi a contorno.
Niente clacson d’auto, niente rombo di motori
cantan gli usignoli, ci son tanti e tanti fiori
Vanno a camminare tutti e tre zio Gigi in testa Giulia guarda tutto gli ucellini gli fan festa Gli alberi maestosi con immensi e grandi rami Muovono le foglie come dita delle mani
Vanno a camminare tutti e tre zio Gigi in testa
Giulia guarda tutto gli uccellini gli fan festa!
Gli alberi maestosi con immensi e grandi rami
muovono le foglie come dita delle mani
C’è un ronzio nell’aria un enorme calabrone vola canticchiando a squarciagola una canzone poi sparisce lesto dentro un fiore colorato uguale a tanti altri che ricoprono quel prato
C’è un ronzio nell’aria un enorme calabrone
vola canticchiando a squarciagola una canzone
poi sparisce lesto dentro un fiore colorato
uguale a tanti altri che ricoprono quel prato
Le farfalle fanno intorno a Giulia un girotondo per darle il benvenuto dentro al loro verde mondo visto che in città molte farfalle non ci sono ma soltanto macchine motori e un gran frastuono
Le farfalle fanno intorno a Giulia un girotondo
per darle il benvenuto dentro al loro verde mondo
visto che in città molte farfalle non ci sono
ma soltanto macchine motori e un gran frastuono
La farfalla bianca le si appoggia sulla mano Giulia se ne accorge e la solleva piano piano Le guarda incuriosita sia le antenne che le ali “ma che meraviglia questi piccoli animali!”
La farfalla bianca le si appoggia sulla mano
Giulia se ne accorge e la solleva piano piano
Le guarda incuriosita sia le antenne che le ali
“ma che meraviglia questi piccoli animali!”
L’insetto spicca il volo sopra il prato profumato Giulia lo rincorre ma rimane senza fiato vedendo un alto ramo con un nido di uccellini con dentro la sua mamma che protegge i suoi piccini
L’insetto spicca il volo sopra il prato profumato
Giulia lo rincorre ma rimane senza fiato
vedendo un alto ramo con un nido di uccellini
con dentro la sua mamma che protegge i suoi piccini
Oh che meraviglia su una foglia verde e bella Sta prendendo il sole una brava coccinella Con la schiena rossa e i suoi sette punti neri Giulia s’avvicina e l’osserva volentieri
Oh che meraviglia su una foglia verde e bella
Sta prendendo il sole una brava coccinella
Con la schiena rossa e i suoi sette punti neri
Giulia s’avvicina e l’osserva volentieri
certo è più carina da vedere a dire il vero Che quel otto zampe e pelosetto ragno nero Che tesse la sua tela non curandosi di loro Ma attento e concentrato per finire il suo lavoro
certo è più carina da vedere a dire il vero
che quel otto zampe e pelosetto ragno nero
Che tesse la sua tela non curandosi di loro
ma attento e concentrato per finire il suo lavoro
Giulia e Bubulone son distesi in mezzo ai fiori Immersi nei profumi e nei magnifici colori Ascoltan gli animali che son lì vicino a loro Frinire oppur ronzare ma che grande e immenso coro
Giulia e Bubulone son distesi in mezzo ai fiori
Immersi nei profumi e nei magnifici colori.
Ascoltan gli animali che son lì vicino a loro
frinire oppur ronzare ma che grande e immenso coro
Che splendida giornata che peccato stia finendo Infatti anche il sole piano piano sta scendendo E’ in piedi lo zio Gigi e l’orologio sta guardando e il papi con gran voce “Giulia, Giulia” sta chiamando
Che splendida giornata che peccato stia finendo
infatti anche il sole piano piano sta scendendo.
E’ in piedi lo zio Gigi e l’orologio sta guardando
e il papi con gran voce “Giulia, Giulia” sta chiamando
La bimba lo raggiunge non vorrebbe andare a casa tornar nella città che sol di macchine è pervasa purtroppo non c’è scampo è impossibile restare visto che domani il papi deve lavorare
La bimba lo raggiunge non vorrebbe andare a casa
tornar nella città che sol di macchine è pervasa
purtroppo non c’è scampo è impossibile restare
visto che domani il papi deve lavorare
La macchina è in partenza verso casa sta viaggiando E Giulia al finestrino la campagna sta guardando E’ stanca ma felice stringe forte bubulone Mentre alla guida il papi fischia una canzone
La macchina è in partenza verso casa sta viaggiando
e Giulia al finestrino la campagna sta guardando.
E’ stanca ma felice stringe forte bubulone
mentre alla guida il papi fischia una canzone
Riecco i grattacieli e le macchine sonanti Di nuovo in fila indiana vanno a vanti tutti quanti Non più profumi dolci e bellissimi colori Ma puzzo di gasolio e solo rombo di motori
Riecco i grattacieli e le macchine sonanti
di nuovo in fila indiana vanno a vanti tutti quanti
Non più profumi dolci e bellissimi colori
ma puzzo di gasolio e solo rombo di motori
Va letto Giulia è stanca, ormai finita è la giornata Un pomeriggio intenso che l’ha proprio emozionata E sogna i verdi prati dove correre e giocare Mentre un auto in strada ricomincia a strombazzare
Va letto Giulia è stanca, ormai finita è la giornata
un pomeriggio intenso che l’ha proprio emozionata
e sogna i verdi prati dove correre e giocare…
mentre un auto in strada ricomincia a strombazzare

 

Sandra Pauletto

E qui potete vedere il video :

Precedente Mostra fotografica Il mondo di Steve McCurry - 1 aprile 2016 - 25 settembre 2016 Successivo Mostra Piccole meraviglie di Rebecca dal 2 giugno al 30 luglio 2016

2 thoughts on “Filastrocca Giulia va in campagna

Lascia un commento

*