Ferragosto origine

Ferie Agusti Ferragosto

L’Italia contina ad essere il paese, fra quelli dell’Europa, che vede nel mese di agosto la maggiore concentrazione della chiusura delle attività economiche e dei servizi per le ferie dei lavoratori dipendenti ed anche di quelli autonomi.

Negli anni passati sembrava più vivo di quello che è ora il dibattito attorno all’esigenza di scaglionare la fruizione delle ferie nell’arco dell’intero anno solare.

Ma non si può dire che si siano fatti significativi passi avanti in questa direzione.

E poi, nel periodo del ferragosto, questo fermo delle attività si accentua ancor di più, anche se non è del tutto corretto parlare di un vero e proprio blocco del paese.

L’origine della festa

Ferragosto” indica una festività istituita dall’ Imperatore Augusto. Discende dall’espressione latina ferie Agusti (riposo di Augusto) che Nel 18 a.C., con l’introduzione di questa vacanza, dichiarava che ogni cittadino romano doveva sospendere l’ attività lavorativa in modo da difendersi dal gran caldo. Il periodo durava tutto il mese di agosto a differenza di oggi.

Ferragosto

Era un vero periodo di festa e non solo di riposo dal lavoro in quanto si organizzavano feste fiere e manifestazioni di paese condite da balli, le gite ed altri tipi di intrattenimenti per far dimenticare, le dure fatiche del lavoro dei campi che per il resto dell’anno era fonte di sostentamento e prosperità, ma anche morte e fatica.

Nel periodo ferragostiano si accavallavano anche culti religiosi pagani come i Vinalia rustica: fatte in onore di Giove a cui su degli altari si offrivano degli agnelli mentre il sacerdote che officiava il culto schiacciava con le mani acini d’uva.

i Nemoralia: rito pagana dedicato al culto di Diana Nemorense ancora celebrato in alcune zone d’Italia , meglio conosciuto come il festival delle Torce.

Infine c’erano i Consualia, per celebrare i raccolti e la fine dei lavori agricoli.

Quella che per noi ora è un usanza di svago, ossia accendere i falò in spiaggia la notte prima di ferragosto, è arrivato fino a noi perdendo il suo significato magico con il quale si voleva rimandare nel tempo la riduzione del calore delle giornate prolungando la durata del calore estivo.

Magico voleva essere anche l’immergersi nell’acqua con lo scopo di purificarsi ritrovare le energie per i duri lavori che sarebbero ripresi in autunno.

 La Chiesa Cattolica, quando assunse le redini religiose sfruttò queste feste così radicate nella popolazione, come fece per mille altre ricorrenze cristiane, associando ad essi una ricorrenza cattolica e si cominciò a celebrare ogni 15 di agosto l’Assunzione in cielo di Maria, madre di Gesù; mescolando rituali cristiani con tradizioni pagane. L’Assunzione fu riconosciuta come dogma nel 1950, e stabilisce che la Vergine Maria sia stata accolta in cielo sia con il corpo che con l’anima.

I gufi narranti augurano quindi buone Ferie Augustae a tutti, con la speranza di aver fatto un po’ di chiarezza su questa festa dalle origini così poco conosciute ma assolutamente molto gradita e festeggiata!

Precedente Filastrocca Impariamo i colori dell'arcobaleno Successivo Game Over - Crimes Against Reality - Thrash nei canoni. Pochi acuti.

2 thoughts on “Ferragosto origine

  1. Voi non lo sapete ma Sandra Pauletto e una infaticabile, insostituibile, inenarrabile fantastica donna.
    SI! Lo so che questo non è un vero proprio commento al pezzo sull’origine del Ferragosto.. Ma chi se ne frega! C’è forse qualcuno che è in grado di impedirmi di dire quello che penso?

Lascia un commento

*