Assassinio sull’Oriente Express. Recensione libro di Matteo Melis

16Un treno bloccato dalla neve, passeggeri di varie nazionalità, un misterioso delitto, un investigatore di fama internazionale dal cervello sopraffino.

Siamo a bordo del Simplon Orient Express, treno che collega Istanbul, Trieste e Calais. Il celebre Hercule Poirot, che avrebbe dovuto soggiornare ad Instanbul , presso l’Hotel Tokatlyan, dopo essere sceso dal Taurus Express su cui era salito ad Aleppo, in Siria, si ritrova, suo malgrado, a doverci risalire dopo aver ricevuto un telegramma che lo sollecita a tornare a Londra il prima possibile. C’erano stati importanti sviluppi su di un caso sul quale stava lavorando.

A bordo, viene approcciato da un certo Samuel Edward Ratchett, ricco statunitense che sostiene di aver ricevuto delle minacce di morte e quindi, dietro lauto compenso, gli offre di entrare al suo servizio.

Il piccolo belga però (messo in allarme dal suo intelletto superiore sulla moralità del richiedente) rifiuta e prosegue il viaggio, dove alloggerà in uno scompartimento della carrozza Istanbul-Calais, particolarmente affollata di gente di ogni ceto e nazionalità.

Ad un certo punto, Ratchett viene assassinato e da qui parte il romanzo.

Una vicenda molto intricata e coinvolgente, dal ritmo serrato che non lascia un attimo di respiro, dove mille indizzi contradditori si mescolano in un gioco perverso. In questo romanzo le carte vengono cambiate in continuazione, fin quando il superbo cervello, pardon Monsieur Poirot, celluline grige, del belga saprà districare la matassa, offrendo prima un’iniziale soluzione di comodo e poi quella vera, sorprendente, a cui nessuno avrebbe pensato.

Scritto dalla Christie negli anni ’30 proprio durante un soggiorno ad Instanbul, il romanzo si propone come un’ennesima prova del grande talento della, giustamente, regina del giallo, lo definirei come un classico delitto della stanza chiusa, anche se qui si tratta di un treno in viaggio fra Europa ed Asia, bloccato dalla neve. Possiamo vedere in questo una traccia della passione di Dame Agatha per l’esplorazione di nuove località, cosa che la vedrà spesso attivamente al fianco del secondo marito Max Mallowan, archeologo di professione. Una lettura che, se si amano, come nel mio caso, i raffinati gialli classici dove la riflessione prevale sull’azione, non posso che consigliare caldamente.

L’opera è stata oggetto di svariate trasposizioni radiofoniche e cinematografiche di cui riportiamo alcune

Versioni radiofoniche

un adattamento in cinque parti della BBC Radio 4 di Michael Blakewell dove John Moffatt ha interpretato il ruolo di Poirot , diretto da Enyd Williams, e trasmesso originariamente dal 28 dicembre 1992 – 1 gennaio 1993.

André Maranne è apparso come Bouc, Joss Ackland nel ruolo di Cassetti, Sylvia Syms nel ruolo di Mrs Hubbard, Siân Phillips come Princess Dragomiroff, Francesca Annis come Mary Debenham, e Peter Polycarpou come Dr. Constantine.

Un adattamento più rcente è avvenuto nel 2017, quando servizio di streaming Audible ha scelto Tom Conti come la voce di Poirot. Il cast vocale includeva anche Sophie Okonedo nei panni di Mary Debenham, Eddie Marsan nel ruolo di Cassetti e la narrazione di Art Malik.

Versioni cinematografiche

1974 probabilmente il migliore “Assassinio sull’Oriente Express” diretto da Sidney Lumet, con Albert Finney,  Lauren Bacall e Ingrid Bergman.

2001 Film TVdiretto da Carl Schenkel, con Alfred Molina, Leslie Caron e Meredith Baxter.

2010 episodio della serie tv diretto da Philip Martin, con David Suchet e Hugh Bonneville.

2015, un curioso adattamento giapponese in due puntate ambientate nella Terra del Sol Levante del 1933. Nel primo episodio la storia molto vicina a quella originale, nel secondo c’è una vicenda inedita],

2017, diretto da Kenneth Branagh, con Kenneth Branagh, Johnny Depp, Michelle Pfeiffer, Penélope Cruz e Judi Dench che abbiamo recensito nella sezione film 

Precedente Egitto: dei, faraoni, uomini Jesolo fino al 15 settembre 2018 Successivo Dark - Prima Stagione - Tempo e destino. Omicidi ed intrighi di Winden.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.