Accadde nel 2017. Almanacco dei fatti (seconda parte)

Accadde nel 2017. Almanacco dei fatti seconda parte

LUGLIO

Il 7 e l’8 luglio si tiene il 12° vertice del G20 ad Amburgo in Germania.

Il 10 luglio Mosul viene liberata.

Nel giugno del 2014 Abu Bakr al Baghdani si proclamò califfo dello Stato Islamico proprio a Mosul. L’esercito iracheno è riuscito a sconfiggere i militanti jihadisti.

Il 21 luglio all’1:31, ora locale, l’isola di Kos, in Grecia, viene devastata da un sisma di magnitudo 6,7 con l’epicentro a 16 chilometri dall’isola e a 10 chilometri di profondità. Due turisti sono morti in seguito al crollo del soffitto di un bar. Colpita anche la città di Bodrum in Turchia senza, per fortuna, gravi conseguenze.

Il 14 luglio sul Monte del Tempio, all’interno della spianata delle Moschee, tre uomini hanno incominciato a sparare verso gli agenti che presidiavano uno degli ingressi, ma prima che riuscissero ad entrare in una moschea sono stati uccisi. Nello scontro a fuoco sono morti anche 2 poliziotti israeliani.

attentato nella spianata delle moschee- Gerusalemme

Il 16 luglio tre ragazzi palestinesi compiono due attentati simultaneamente vicino la Città Vecchia di Gerusalemme. Una poliziotta di 23 anni viene pugnalata a morte. I tre palestinesi vengono abbattuti dalla polizia israeliana.

Dopo l’attentato del 14 luglio, il governo israeliano ha deciso di mettere dei metal detector all’ingresso della Spianata delle Moschee, decisione che ha sollevato le proteste dei palestinesi e il 21 luglio, a Gerusalemme e in altre parti della Palestina, sono morti 3 giovani palestinesi coinvolti nelle protesta e tre coloni israeliani, due uomini ed una donna appartenenti alla stessa famiglia, uccisi da un palestinese che è stato ferito ed arrestato.

Il 27 luglio Federica Pellegrini entra di prepotenza nella leggenda dello sport italiano e mondiale.

Federica Pellegrini a Budapest

A Budapest entra in acqua per i 200 stile libero e ne esce con l’oro al collo per l’ennesima grandissima impresa.

A 29 anni, con una strepitosa ultima vasca, si può ancora permettere di lasciarsi le avversarie dietro, compresa la fortissima Katie Ledecky, e conquistare il terzo oro in un mondiale, dopo quelli del 2009 e 2011.

AGOSTO

Il 17 agosto Barcellona viene colpita a morte da un attentato.

Alle 16.50 la Rambla, via centrale e pedonale della città Catalana, è animata da spagnoli e turisti quando improvvisamente un furgone bianco parte da piazza Catalunya e dirigendosi verso la piazza del mercato della Boqueria con un percorso a zigzag insegue i pedoni, come un gatto con il topo, con il chiaro intento di uccidere. Dopo circa 700 metri di folle corsa il furgone si è arrestato contro un edicola. Il terrorista è riuscito ad allontanarsi dal luogo della tragedia, ma poco dopo è stato rintracciato dai Mossos d’Esquadra, la polizia catalana, a Subirats a 50 chilometri da Barcellona che lo hanno ucciso. Si tratterebbe del 22enne marocchino Younes Abouyaaqoub. Alla fine 14 morti e 130 feriti sono il risultato del tragico pomeriggio sulla via più famosa della città catalana. Tra i morti anche tre turisti italiani: Bruno Gulotta, Luca Russo e Carmen Lopardo, ottantenne italo-argentina.

Barcellona. Rambla 17 agosto 2017

Dopo 8 ore a Cambrils, città turistica sulla costa a sud-ovest di Barcellona, la polizia, in uno scontro a fuoco, uccide 5 sospetti terroristi che, verrà accertato in seguito, con una vettura avevano investito 6 pedoni, una delle quali muore in ospedale in seguito alla ferite.

Il 21 agosto alle 20.57 Ischia e la costa flegrea, viene colpita da una scossa di terremoto di magnitudo 4.

In centinaia si sono riversati per strada per evitare i crolli.

Due le vittime nel comune di Casamicciola, il centro più colpito in quanto a soli 3 chilometri dall’epicentro e che ha causato anche un abbassamento del suolo di 4 centimetri.

Nella notte tra il 25 e il 26 agosto una giovane coppia di turisti polacchi viene aggredita sulla spiaggia di Rimini da 4 persone, che dopo aver picchiato e derubato l’uomo hanno violentato ripetutamente la ragazza. Non soddisfatti, poco dopo hanno violentato anche un transessuale peruviano. Tre dei violentatori sono minorenni, 2 marocchini e 1 nigeriano, il quarto, unico maggiorenne, è stato fermato e quindi arrestato mentre cercava di fuggire in treno. Si tratta del congolese Guerlin Butungu. Con il rito abbreviato Butungu, reo confesso, è stato condannato dal Tribunale di Rimini a 16 anni di detenzione

SETTEMBRE

Si torna a parlare della strage perpetrata dalla polizia birmana nei confronti dei Rohingya, “Il popolo dimenticato” come qualcuno lo ha definito.

I Rohingya sono una minoranza musulmana senza diritti, non possono muoversi liberamente, non hanno diritto di accedere alle cure né all’istruzione, non hanno la nazionalità e vivono nella regione occidentale della ex Birmania ormai conosciuto come Myanmar e in seguito alla repressione hanno incominciato un esodo di massa verso il Bangladesh, sono ormai oltre 400 mila le persone, con il 60% di bambini, che hanno attraversato il confine.

l’esodo dei Rohingya

Il Commissario dei Diritti Umani delle Nazioni Unite, Zeid Ràad, ha accusato Myanmar di applicare la pulizia etnica contro i Rohingya. Interi villaggi sono stati dati alle fiamme causando morti tra donne, bambini ed anziani, e sembra anche che siano state piazzate mine antiuomo per impedire eventuali ritorni dal Bangladesh. Il premio Nobel Aung San Suu Kyi è accusata di complicità in questo massacro.

Il 7 settembre, poco prima della mezzanotte ora locale, una forte scossa di terremoto, di magnitudo di 8,2, colpisce lo stato del Chiapas, sulla costa sud del Messico. L’epicentro nell’oceano Pacifico ad una profondità di 58 chilometri, dove la placca oceanica si è scontrata con quella continentale americana. La scossa è stata avvertita da 50 milioni di messicani, e anche nella capitale, Città del Messico, sono tremati i palazzi sebbene distassero mille chilometri dall’epicentro.

Le vittime accertate dopo 48 ore sono 86 persone, ma come in tutti i terremoti sono cifre provvisorie e destinate, purtroppo ad aumentare, sebbene la lontananza dei centri abitati dall’epicentro e la notevole profondità fa sperare in un minor numero di vittime rispetto alle 15 mila in seguito al terremoto del 1985.

Nella tarda serata del 10 settembre un nubifragio violentissimo si è abbattuto sulla città di Livorno, che per quattro ore non ha avuto tregua. La pioggia ha fatto tracimare tre torrenti tombati ormai da diversi anni. Sei i morti accertati e due le persone disperse. L’acqua ha causato grandi disagi alla città con ponti crollati, frane e strade bloccate.

Livorno-nubifragio

l’11 settembre elezioni parlamentari in Norvegia.

Le previsioni che, fino a pochi mesi fa, davano in vantaggio il partito laburista, sono state smentite dal voto dei norvegesi, che chiamati a rinnovare il parlamento, hanno deciso di confermare alla guida del paese la coalizione di centrodestra. Erna Solberg, leader dei conservatori sarà ancora primo ministro. Il partito laburista ha ottenuto la maggioranza relativa, ma la stessa cosa non si può dire della coalizione di centro sinistra. Tracollo invece del partito dei Verdi.

Il 15 settembre si spegne definitivamente il segnale della sonda Cassini che ha concluso il suo lungo viaggio.

Dopo aver percorso in 13 anni 294 orbite intorno a Saturno, Cassini compie l’ultimo atto tuffandosi nell’atmosfera del bellissimo pianeta con gli anelli perdendosi tra le nuvole e in balia dei venti del pianeta

Saturno e il suo satellite Titano visti dalla sonda Cassini

Il viaggio iniziò nel 1997 grazie alla collaborazione tra la Nasa, European Space Agency e Agenzia spaziale italiana. La sonda raggiunse Saturno nel 2004 e in questi anni ha raccolto informazioni preziose sulla natura del pianeta. Dopo aver fatto il suo lavoro, Cassini viene mandata in pensione con il “bacio d’addio” finale quando, alla velocità di 113 mila chilometri orari, l’attrito con l’atmosfera del pianeta distruggerà la sonda.

Il 19 settembre, 12 giorni dopo il forte sisma che ha colpito il Chiapas, il Messico prova ancora il terrore della terra che trema. Questa volta la capitale si trova a soli 160 chilometri dall’epicentro, e la scossa ha l’intensità di 7,1 della scala Richter. Oltre 270 le vittime.

Terremoto in Messico

Casualità vuole che lo stesso giorno del 1985 il paese venne colpito da un terremoto che causò la morte di 10 mila persone.

Il 24 settembre elezioni federali in Germania per eleggere i 4 membri del Nuovo Bundestag.

La Merkel si conferma per la quarta volta Cancelliera, ma la vittoria non è incoraggiante. Notevole la perdita in percentuale rispetto alle consultazioni del passato. Il partito socialdemocratico, che aveva Martin Schulz come candidato ha perso decine di seggi, mentre notevole invece il successo del partito xenofobo di estrema destra di Alexander Gauland che di fatto diventa la terza forza del paese.

Notevoli le difficoltà per la cancelliera per assemblare una coalizione credibile ed in grado di potere affrontare i numerosi problemi che si prospettano nell’anno nuovo. Possibile un ritorno al voto.

OTTOBRE

Il primo ottobre in Catalogna si svolge il referendum voluto dal governo catalano sulla richiesta di indipendenza. Secondo il governo catalano il 90% di coloro che hanno partecipato hanno votato si alla indipendenza della Catalogna.

Referendum in Catalogna

La chiusura anticipata dei seggi voluta dalla polizia nazionale ha però, forse, impedito di raggiungere la maggioranza assoluta.

La consultazione è stata fortemente osteggiata da Madrid che ha negato l’autorizzazione. Il premier Mariano Rajoy ha definito il voto “una messa in scena”. Il ministro della Giustizia, Rafael Català, ha dichiarato che Madrid farà valere “tutta la forza della legge” affinché la Catalogna desista dai suoi intenti indipendentisti.

Infatti il governo spagnolo il 21 ottobre decide di applicare l’articolo 155 della Costituzione per costringere la Catalogna a rispettare la legge.

Ma il parlamento catalano non si fa intimorire e il 27 approva la dichiarazione d’indipendenza.

L’atto di forza costringe Rajoi a sciogliere il parlamento catalano, destituire il presidente Carles Puigdemond e ad indire le elezioni anticipate pe il 21 dicembre.

Il 2 ottobre a Las Vegas il 64enne, Stephen Paddock, dalle finestre, al 32° piano, del Mandalay Bay Hotel ha ripetutamente aperto il fuoco, poco dopo le 22 ora locale, sulla folla ignara che, in Las Vegas Strip, assisteva ad un concerto di musica country. Il folle criminale ha ucciso 59 persone e ne ha ferite più di 500, quindi si è tolto la vita. La polizia ha trovato nella camera d’albergo 23 fucile che sarebbero serviti per la strage. L’assassino era conosciuto dalle forze dell’ordine ed era stato giudicato uno psicopatico con tendenze suicide.

Il 10 ottobre scoppia ad Hollywood il caso Weinstein. Tutto parte da un servizio del New York Times che avanza grandi sospetti sul comportamento del potentissimo Produttore di Hollywood Harvey Weinstein nei confronti delle donne. Si parla di ricatti nei confronti di attrici che per lavorare erano costrette a subire abusi e molestie. Dopo le denunce di Gwynet Paltrow, Angelina Jolie e Asia Argento molte altre hanno rivelato che il metodo era consolidato da tanti anni.

Il 15 si tengono, in Austria, le elezioni anticipate del governo per il rinnovo del Nationalrat, la camera bassa del parlamento. Pronostico rispettato con l’elezione a Cancelliere dell’astro nascente del partito popolare austriaco (OVP) Sebastian Kurz, 31enne ex ministro degli Esteri del governo uscente. Il partito di estrema destra (FPO) è diventato il secondo partito superando di poco il partito socialdemocratico.

Sebastian Kurz

Sempre il 15 ottobre Raqqa, la città siriana in mano da tempo dallo stato islamico, viene liberata dai curdi.

La città che nel gennaio 2014 al-Baghdadi l’aveva eletta come capitale vede le orrende bandiere nere ammainate. Lo stadio è stato l’ultimo baluardo a cadere.

Il 24 in Argentina Mauricio Macri leader del partito di centro destra “Cambiemos” vince le elezioni legislative ed infligge una severa sconfitta al candidato peronista Scioli.

Il mese di ottobre si conclude con l’ennesima strage.

Il 31 vede le strade di New York arrossate dal sangue di ignari pedoni investiti da un terrorista uzbeko di 29 anni di nome Sayfullo Habibullaevic Saipov.

Verso le 15 ora locale un furgone bianco piomba su un gruppo di ciclisti che percorre tranquillamente una pista ciclabile lungo l’Hudson, quindi termina la sua corsa contro uno scuolabus della Stuyvasant Higt School.

Saipov scende dall’auto urlando “Allah Akbar” ed impugnando una pistola sparachiodi. Un agente di polizia che si trova casualmente sul posto ferisce all’addome il terrorista che viene arrestato. Il bilancio è di almeno 8 morti e una dozzina di feriti.

NOVEMBRE

Il 6 novembre a Sutherland Springs in Texas, il 26enne Devin Patrick Kelley, un ex militare congedato con disonore, con un giubbotto antiproiettile e con un fucile semiautomatico è entrato in una chiesa battista ed ha aperto il fuoco uccidendo 26 persone, di cui 12 bambini. I feriti sono 24. L’uomo è riuscito ad allontanarsi ma poco dopo è stato trovato morto all’interno dell’auto. L’assassino dopo essere stato ferito da 2 proiettile sparati da uno dei sopravvissuti si è ucciso con un colpo in testa.

Il 6 novembre una Guardia Costiera libica intralcia i soccorsi della nave ong tedesca Sea Watch causando la morte di 50 persone.

Il 9 in Siria viene liberata dall’esercito siriano Abu Kamal, l’ultima città rimasta in mano all’Isis.

Era la città di frontiera dalla quale passavano le forniture per gli estremisti in Iraq.

Il 13 novembre un terremoto di magnitudo 7.3 ha colpito Iran ed Iraq.

La scossa con epicentro ad una trentina di chilometri della città irachena di Halabja ad una profondità di 25 chilometri. La scossa è stata avvertita anche in Turchia, Israele, Kuwait e Dubai.

Le vittime accertate provvisoriamente sono almeno 450 e i feriti oltre 7 mila.

Il 14 novembre Ad Harare, nello Zimbabwe, un golpe ordito da Costantino Chiwenga, capo delle forze armate, depone e prende in custodia il 93enne presidente Robert Gabriel Mugabe.

Mugabe e La moglie Grace

Mentre i blindati percorrono le vie della città, la 52enne Grace, moglie di Mugabe chiamata “Gucci Grace” per la sua smodata passione di shopping costosi, dopo aver cullato il desiderio di sostituirlo alla guida del paese alla sua morte, sembra sia fuggita in Namibia.

Il vecchio dittatore è stato anche considerato, da una parte di popolazione, come un eroe nazionalista, un simbolo contro il dominio coloniale quando lo stato africano si chiamava ancora Rhodesia. Dopole sue dimissioni ufficiali, il suo posto viene preso da Emmerson Mrangagwa che diventa il nuovo Presidente.

Il 19 si tengono le elezioni generali in Cile.

Vittoria del candidato dello schieramento di centro destra, “Rinnovamento Nazionale”, Sebastian Pinera. Il fratello, l’economista Josè Pinera, fu ministro del Lavoro e delle Miniere durante la sanguinosa dittatura di Pinochet, dopo il golpe del 1973, che vide la morte di Salvador Allende.

Il 24 novembre viene attaccata a Bir al-Abed, in Egitto, la moschea al-Rawdah frequentata dai Sufi.

I Sufi sono musulmani che aspirano alla trascendenza e ultimamente, sono stati presi di mira e perseguitati perché vengono considerati eretici da gruppi islamisti e dall’Isis.

Testimoni parlano di almeno 15 terroristi che si trovavano attorno alla moschea con degli ordigni rudimentali facendoli esplodere all’uscita dei fedeli alla fine della preghiera del venerdì. Oltre 300 morti tra i quali 27 bambini e più di 100 feriti.

DICEMBRE

Il 12 dicembre alle 7.40, ora locale, a Manhattan, nel tunnel che conduce alla stazione dei bus di Port Authority, Akayed Ullah, originario del bangladesh, cerca di farsi esplodere con uno ordigno artigianale costruito seguendo le istruzioni on line, per fortuna senza causare morti. Ci sono 4 feriti non gravi tra i quali lo stesso attentatore.

Il 14 il Senato da via libera alla legge sul biotestamento, osteggiata da una parte del governo per tanti mesi. L’intesa tra il Pd e M5s ha permesso di approdare ad una legge che garantisce dignità e autodeterminazione al paziente, riconoscendo la libertà e la consapevolezza come diritto essenziale. Sono 180 i si, 71 i contrari e 6 gli astenuti.

Luca Coscioni, Dj Fabo, Eluana Englaro e Welby

Il 16 arriva una bella notizia dalla Spagna, Norbert Feher, detto Igor, il killer di Budrio viene arrestato a Teruel dopo uno scontro a fuoco. L’assassino ha ucciso ancora due poliziotti e un civile prima di essere bloccato ed arrestato.

Il 21 dicembre si tengono le elezioni anticipate in Catalogna volute dal Governo spagnolo. Mossa strategica di Mariano Rajoi, anche perché i partiti indipendentisti hanno i leader in carcere o addirittura emigrati in Belgio. Ma l’altissima affluenza smentisce clamorosamente il premier spagnolo, perché le tre forze indipendentiste vincono ugualmente ottenendo la maggioranza assoluta dei seggi.

MORTI DEL 2017

Tra gli altri non ci sono più:

Stefano Rodotà (giurista, accademico, politico), Zygmunt Bauman (sociologo, filosofo polacco),Danilo Mainardi (etologo), Maryan Mirzakhani (giovanissima matematica iraniana), Rosario Villari (storico), Gualtiero Marchesi, Domenico Cattarinich (filosofo), Massimo Fagioli (psichiatra), Guido Rossi (avvocato, giurista), Laura Biagiotti, Dionigi Tettamanzi (cardinale), David Rockfeller (banchiere), Adnan Khasoggi (imprenditore saudita), Felice Riva (imprenditore), Hugh Hefner (editore).

Giornalisti

Piero Ottone, Oliviero Beha, Alberto La Volpe, Guglielmo Moretti, Mario Poltronieri, Ettore Masina, Enzo Bettiza, Aldo Biscardi, Gino Bacci e Everardo Dalla Noce.

Scrittori

William Peter Blatty, Alan Altieri, Max Gallo, Jean d’Ormesson e sue Grafton.

Politici

Alfredo Reichlin, Oscar Mammì, Helmut Kohl, Simone Veil, Mario Soares, Ali Akbar Hasheni Rafsanjani (presidente dell’Iran), Manuel Noriega, Altero Matteoli e Ciro Cirillo.

Attori e registi

John Hurt, Roger Moore, Martin Landau, Sam Shepard, Jeanne Moreau, Jerry Lewis, Jean Rochefort, Gastone Moschin, Mary Tyler Moore, Barbara Hale, Emmanuelle Riva, Bill Paxton, Tomas Milian, Teresa Ann Savoy, Erin Moran, Power Boothe, Anita Pallemberg, Joseph Bologna, Mireille Darc, Suzanne Leigh, Paolo Villaggio, Ray Lovelock, Solvi stubbing, Memè Perlini, Elsa Martinelli, Gisella Sofio e Ugo Fangareggi, Pasquale Squitieri, Umberto Lenzi, Peter Baldwin, Tobe Hooper, George A. Romero e John G. Avildsen.

Cantanti – Musicisti

Geoff Nicholls (tastierista, chitarrista Black Sabbath), John Wetton (cantante, bassista King Crimson, Huriah Heep, Roxi Music, Wishbone Ash), Al Jarreau, Chuck Berry, Chris Cornell (cantante Audioslave), Chester Bennington (cantante Linkin Park), John Abercrombie (chitarrista),

Tom Petty (chitarrista Heartbreakers), Malcolm Young (chitarrista AC/DC), Gregg Allman (cantante, chitarrista Allman Brothers Band), David Cassidy (cantante, chitarrista e attore), Fats Domino (pianista e cantautore), Irio De Paula (chitarrista e compositore brasiliano), Johnny Hallyday (cantante e attore francese), Alberto Baldan Bembo (compositore), Luis Bacalov (pianista compositore e direttore d’orchestra), Alessandro Alessandroni (direttore d’orchestra), Bruno Canfora (direttore d’orchestra), Giusto Pio (compositore e direttore d’orchestra), Nanni Svampa, Lando Fiorini e Leone di Lernia.

Sportivi

Calciatori: Giuliano Sarti, Ezio Pascutti, Spartaco Landini, Roberto Anzolin, Giuseppe Massa, Marino Perani, Natalino Gottardo, Alberto Recchia, Luigi Bertossi,Raymond Kopa, Francois Van der Elst, Joszef Toth.

Ciclisti: Attilio Benfatto, Miche Scarponi.

Piloti. John Surtess, Nicky Hayden, Angel Nieto, Alberto Pagani.

Paolo De Crescenzo (pallanuotista), Jack La Motte (pugile), Jana Novotna (tennista), Marco Tullio Montano (schermitore), Eugenio Bersellini (allenatore), Mauro Maugeri (allenatore pallanuoto), Stefano Farina (arbitro).

Personaggi televisivi

Cino Tortorella, Gianni Boncompagni, Daniele Piombi, Paolo Limiti, Anna Maria Gambineri e Simonetta Zauli (conduttrice radiofonica e televisiva).

Criminali: Salvatore Riina, Charles Manson, Giuseppe Pelosi e John Gambino.

 

Alberto Zanini

Precedente Una finestra sul noir Antologia in ricordo di Marco Frilli Successivo Egitto: dei, faraoni, uomini Jesolo fino al 15 settembre 2018

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.