“L’ EROE” Poesia a versi sciolti scritta da Lucia Triolo

L’ EROE

Un raggio di sole

gli aveva appena toccato un dito.

Il resto

l’aveva ignorato.

Ma lui era convinto

che l’avesse illuminato tutto,

rendendolo grande

della sua stessa grandezza.

La pioggia, una sola goccia,

gli era finita in un occhio.

L’ aveva appena sfiorato.

Ma lui si era subito sentito

bagnato fradicio,

a rischio inondazione.

Sull’orlo del naufragio, insomma!

Chiedeva alla vita

solo di non essere dimenticato,

per questo era così sensibile

al sole, alla pioggia:

loro non si scordavano di lui.

A volte, di sfuggita,

pensava che

non sarebbe mai stato un eroe.

In fondo

gli sarebbe bastata

anche

una vita di seconda mano.

Foto di Antonio Duilio Puosi

Precedente Ca' Granda di Milano chiesa della Beata Vergine Annunciata e la cripta Successivo Hardcore! - recensione

Lascia un commento

*